Attentato in India, tra le vittime anche un'italiana

Attentato in India, tra le vittime anche un'italiana

Attentato in India, tra le vittime anche un'italiana

ROMA - E' di nove morti e 60 feriti il bilancio dell'attentato di sabato al popolare ristorante "German Bakery" di Pune, in India. Tra le vittime c'è anche un'italiana: si tratta della 37enne Nadia Macerini, originaria di Arezzo, che lavorava ad un centro di mediazione che si trova a poche centinaia di metri dal locale colpito. L'ordigno, piazzato in una borsa, è esploso mentre il locale, che sorge nei pressi di un centro ebraico, era gremito di turisti e stranieri.

 

La "German Bakery" è ituato a poche centinaia di metri dall'organizzazione ebraica Chabad House e dalla Osho Ashram, luogo di meditazione in cui si riuniscono i seguaci del guru Rajneesh Osho. Proprio qui lavorava la vittima italiana. Entrambi i luoghi erano stati visitati nei mesi scorsi da David Headley, cittadino americano di origine pachistana arrestato nell'ottobre scorso con l'accusa di aver collaborato alla preparazione degli attacchi di Mumbai del novembre del 2008 che provocarono la morte di 166 persone.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -