Bagnasco attacca la politica: ''La gente è stufa delle risse''

Bagnasco attacca la politica: ''La gente è stufa delle risse''

Bagnasco attacca la politica: ''La gente è stufa delle risse''

ROMA - La politica è "ridotta a litigio permanente". E' l'affondo del presidente della Cei, Angelo Bagnasco, intervenuto in occasione della 63esima Assemblea Generale dell'Episcopato Italiano. "La gente è stanca di vivere nella rissa e si sta disamorando", ha sottolineato il Bagnasco, che ha chiesto che venga data voce a quella che definisce "l'invocazione interiore del Paese sano, distribuito all'interno di ogni schieramento". Bagnasco ha poi condannato l'emergenza pedofilia.

 

Tale ha causato "danni incalcolabili a giovani vite e alle loro famiglie", alle quali "non cessiamo di presentare il nostro dolore e la nostra incondizionata solidarietà". Bagnasco, pur senza farne il nome, è tornato sul caso di Don Seppia, il prete genovese accusato di abusi su minori: "Sull'integrità dei nostri sacerdoti non possiamo transigere. Costi quel che costi. Anche un solo caso, in tale ambito, sarebbe troppo. Lo strazio è indicibile e l'umiliazione totale".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -