Ravenna, Cattolica e Cesenatico: si torna alle urne per i ballottaggi

Domenica turno supplementare di ballottaggio in 8 dei 9 comuni dell'Emilia-Romagna con oltre 15 mila abitanti in cui si votava, cioè tutti escluso Rimini

Domenica turno supplementare di ballottaggio in 8 dei 9 comuni dell’Emilia-Romagna con oltre 15 mila abitanti in cui si votava, cioè tutti escluso Rimini. A essi si aggiunge, per la prima volta in Emilia-Romagna, il Comune di Casina sull'Appennino reggiano, dove i due candidati più votati (entrambi alla guida di liste civiche), Gian Franco Rinaldi e Stefano Costi, hanno preso entrambi 1.164 voti, provocando un inedito pareggio.

Per quanto riguarda i Comuni superiori ai 15mila abitanti andranno al ballottaggio a Bologna Virginio Merola (Pd e liste civiche) 39,5% e Lucia Borgonzoni (Lega Nord e Centrodestra) 22,3%; a Ravenna Michele De Pascale (centrosinistra) 34,1% e Massimiliano Alberghini (centrodestra) 20,5%; a Cento (Fe) tra Diego Contri (Lega Nord, Fi e liste civiche) 32,8% e Fabrizio Toselli (liste civiche) 29,2%; San Giovanni in Persiceto (Bo) Tommaso Cotti (Pd e liste civiche) 46% e Lorenzo Pellegatti (Lista civica) 33,5.

A Cesenatico (Fc) sfida tra Matteo Gozzoli (Pd e liste civiche) 43,1% e Roberto Buda (Lista Civica) 23,7%; a Finale Emilia (Mo) Sandro Palazzi (Lega Nord e liste civiche) 43,6% e Elena Terzi (Pd e Lista civica) 29,8%; a Pavullo nel Frignano (Mo) Stefano Iseppi (Centrosinistra e liste civiche) 34,8% e Luciano Biolchini (Lista civica e Lega Nord) 23,9%;a Cattolica (Ri) Sergio Gambini (Pd e liste civiche) 38,2% e Mariano Gennari (M5S) 25,6%; A Casina (Reggio Emilia) spareggio tra Gian Franco Rinaldi e Stefano Costi rispettivamente alla guida delle liste civiche “Per Casina” e “ Casina bene Comune”: entrambi hanno avuto 1.164 voti pari al 46,78%.

Affluenza alle urne - In Emilia-Romagna l’affluenza media in occasione della chiamata alle urne del 5 giugno è stata del 61,38% (contro il 71,59% delle elezioni amministrative precedenti, con un calo del 10,21%), la maggiore si è registrata a Piacenza (66% contro il 74,4% precedente) e la minore a Rimini (58,67% contro il 68,3%). Il calo maggiore di affluenza si è verificato nella provincia di Bologna (dal 71,5% delle precedenti amministrative al 60% di oggi, pari a -11,48%), il minore in quella di Parma (dal 71,62% al 64,4%, pari a -7,22%).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda l’affluenza comune per comune: la maggiore si è avuta nel comune di Alto Reno Terme per la prima volta al voto dopo la fusione (74,04%); affluenza più bassa a Bertinoro (54,08%)e Gaggio Montano (54,49). Il comune che perde di più rispetto alla precedente tornata amministrativa è Montefiorino (che passa dal 74,9% al 55,3%, -19,6%). Zocca è invece il comune dove l’affluenza cala meno (dal 67,3% al 64,4%, solo 2,9 punti percentuali in meno).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -