Bankitalia, per la succesione di Draghi spinta l'ipotesi del terzo uomo

Bankitalia, per la succesione di Draghi spinta l'ipotesi del terzo uomo

Bankitalia, per la succesione di Draghi spinta l'ipotesi del terzo uomo

ROMA - Per la poltrona di Bankitalia la partita è tra quelle più delicate che si stanno giocando in questi giorni negli equilibri interni alla coalizione di governo. Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha spiegato che il nodo "va sciolto al più presto". L'entourage del Cavaliere ha confermato che la decisione sulla successione di Mario Draghi alla guida della Banca d'Italia spetta al premier e che verrà portata in un Consiglio dei ministri.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tuttavia, prima che approdi in sede di esecutivo, sarà stabilita "la linea in un vertice di maggioranza". Il Pdl è orientato verso la nomina di Fabrizio Saccomanni, attuale direttore generale di Bankitalia, mentre la Lega spingerebbe per il direttore generale del Tesoro, Vittorio Grilli. Quest'ultima candidatura è sostenuta anche dal ministro dell'Economia Giulio Tremonti. Ma si starebbe profilando anche l'ipotesi di una terza candidatura, come ha confermato Massimo Corsaro, vicecapogruppo alla Camera del Pdl.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -