Base Usa, Marini: ''Gli impegni vanno rispettati''

Base Usa, Marini: ''Gli impegni vanno rispettati''

ROMA – “Non si cancellano gli impegni presi”. E’ netta la posizione del presidente del Senato, Franco Marini, sulla questione dell’ampliamento della base statunitense di Vicenza. L’inquilino di Palazzo Madama ricorda, dopo il no del presidente della Camera Fausto Bertinotti, che ''c'è un impegno del governo precedente”: dunque “non è che cambiando i governo cancelliamo pure gli impegni del nostro Paese dentro un'alleanza".


Nonostante le turbolenze interne alla maggioranza che l’argomento è in grado di scatenare, Enrico Letta ha assicurato che della cosa non si è parlato durante il Consiglio dei ministri di oggi (venerdì). Intanto, però, nel pomeriggio in piazza Montecitorio si è svolto il sit-in dei manifestanti che si oppongono al progetto di ampliamento della base Usa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Curioso notare che, tra chi gridava Prodi, Vergogna! Via le basi Usa e Nato dall'Italia' e 'No alla base Usa-Fare come in Val di Susa', spiccavano anche le bandiere di Rifondazione comunista, uno dei partiti cardine del governo. In piazza anche i senatori del gruppo del Prc al Senato e quelli del Gruppo Verdi-Pdci.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -