Batterio killer, ''assolta'' anche la soia

Batterio killer, ''assolta'' anche la soia

Batterio killer, ''assolta'' anche la soia

ROMA - Anche la soia non ha nulla a che fare con il batterio killer variante dell'Escheria Choli (Ehec) in Germania. I primi test di laboratorio in Germania hanno decretato che non siano i germogli di soia. La ricerca della fonte dell'epidemia che ha colpito la Germania e altri Paesi europei causando almeno 22 decessi, secondo quanto ha riferito il ministro dell'Agricoltura della Bassa Sassonia, si sta dimostrando quindi "molto difficile".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il laboratorio ha stabilito che nei primi 23 campioni dei 40 presi in esame non c'è presenza del batterio pericoloso. Le analisi continuano sugli altri 17 campioni, che provengono da un'altra azienda biologica che produce germogli di soia a Bienenbuettel, ad un'ottantina di chilometri a sud di Amburgo. Nel frattempo l'Unione europea proporrà un sostegno finanziario ai produttori europei colpiti dalla crisi seguita all'epidemia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -