Battisti esce dal carcere: Italia pronta a ricorrere all'Aja

Battisti esce dal carcere: Italia pronta a ricorrere all'Aja

Battisti esce dal carcere: Italia pronta a ricorrere all'Aja

Il caso Battisti scuote la comunità internazionale. Il Brasile ha confermato non solo la negazione dell'estrazione dell'ex terrorista Cesare Battisti, condannato a quattro ergastoli in Italia, ma gli ha concesso addirittura la libertà facendolo uscire dal carcere. L'Italia si era opposta alle decisioni della giustizia brasiliana presentando ben due ricorsi al Tribunale Supremo Federale del Brasile.

 

La notizia è piombata in Italia alle 5 del mattino, mezzanotte in Brasile. L'ex militante dei Proletari Armati è uscito dalla prigione assieme ai suoi avvocati. L'Italia ha formalmente espresso il proprio disappunto per questa decisione attraverso le parole del premier Silvio Berlusconi e del ministro degli Esteri, Franco Frattini, il quale ha annunciato che il governo valuterà se ricorrere all'Aja.

 

Sconcerto, disappunto ed amarezza sono stati espressi anche dai familiari delle vittime degli omicidi compiuti da Battisti, che da oggi è un uomo libero in Brasile nonostante i quattro ergastoli a cui è condannato in Italia. 

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Zengan
    Zengan

    Il Brasile è un paese di delinquenti. Che se lo tengano pure, almeno ci risparmieremo di mantenerlo.Da tenere presente l'attuale atteggiamento brasiliano per i rapporti futuri.

  • Avatar anonimo di roberto2000
    roberto2000

    Quanto clamore! Io ho accolto con gioia la notizia. L'Italia con le sue leggi ad personam per tutelare i potenti non è paese credibile. Effettivamente Battisti è un perseguitato politico.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -