Benedetto XVI ricorda Giovanni Paolo II: ''Aveva qualità soprannaturali''

Benedetto XVI ricorda Giovanni Paolo II: ''Aveva qualità soprannaturali''

Sono trascorsi tre anni dalla morte dell’indimenticato Giovanni Paolo II. In occasione della messa solenne che si è svolta questa mattina in piazza San Pietro, Benedetto XVI ha ricordato le “qualità soprannaturali” del suo predecessore. “Tra le tante qualità umane e soprannaturali – ha affermato Papa Ratzinger alla presenza di numerosi tra cardinali e vescovi e migliaia di fedeli - aveva anche quella di un'eccezionale sensibilità spirituale e umanistica”.

Il pontificato di Wojtyla “ci appare infatti come un segno e una testimonianza della Risurrezione di Cristo'' ha esclamato Benedetto XVI, ricordando la “straordinaria” fede del Papa polacco. “Quando pregava si immergeva letteralmente in Dio e sembrava che tutto il resto in quei momenti gli fosse estraneo”.

Ratzinger ha rivissuto anche la commozione nella sera della morte di Giovanni Paolo II. “La sua morte è stata il sigillo di un'esistenza donata a Cristo – ha detto il Papa -, a Lui conformata anche fisicamente nei tratti della sofferenza e dell'abbandono fiducioso nella braccia del padre celeste". "Lasciate che vada al Padre, furono le sue ultime parole, a compimento di una vita totalmente protesa a conoscere e contemplare il volto di Cristo" ha concluso Benedetto XVI.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -