Benigni show, il caso Ruby e la canzone dedicata a Berlusconi

Benigni show, il caso Ruby e la canzone dedicata a Berlusconi

Benigni show, il caso Ruby e la canzone dedicata a Berlusconi

ROMA  - Show di Roberto Benigni nella prima delle quattro puntate di "Vieni via con me", il programma di Fabio Fazio e Roberto Saviano in onda su Rai Tre. Al centro di una serie di gag il caso Ruby e le dimissioni di Silvio Berlusconi. "Silvio, non ti dimettere - ha esclamato -. Non dare retta a Fini, perchè altrimenti ci rovini, non si lavora più. Santoro, Fazio, l'Unità, Repubblica non lavorano più. Silvio, tieni duro, dai retta a me". Poi è partito con Ruby.

 

"Premetto che i gossip sessuali sono spazzatura. Sono qui per parlare di politica - ha esordito il premio Oscar -. Se queste notizie venissero confermate, ma io non credo, figurati se è vero, dice che c'è un premier che è stato con una minorenne marocchina, ma per ragioni d'età non è stata resa nota l'identità del premier".

 

"Berlusconi ha detto che la vicenda è stata una vendetta dalla mafia. La mafia una volta ti ammazzava, ora invece ti manda due escort in bagno... Io ho il terrore di questo". Quindi, rivolto ai mafiosi: "Siete delle bestie, vendicatevi di me, fate schifo: vi fornisco l'indirizzo del mio albergo a Milano, via Garibaldi, terzo piano stanza 14, non e' che stasera mi fate trovare due brasiliane in camera...?".

 

Poi la canzone dedicata a Berlusconi. Benigni prende in mano il microfono e inizia a cantare. Il protagonista è sempre lui, il presidente del Consiglio. "Ho il giornale e anche il Viminale - canta - televisioni e aziende, soldi e potere". Il premio Oscar non ha lesinato una frecciatina al Pd: "Berlusconi dice che i giudici sono di sinistra, la Corte costituzionale è di sinistra, i giornali sono di sinistra... Se pure il Pd fosse di sinistra sai che rabbia gli farebbe".

 

Quindi l'appello lanciato direttamente alla Bindi. "Rosy, dai, tu gli garbi, sacrificati per il partito", ha affermato facendo riferimento alle feste di Arcore. "Rosy tu gli piaci, si vede, ti nomina sempre... Fa continui riferimenti a te. Fai così: dai una foto a Fede e così ti intrufoli ad Arcore. Vai là e digli che sei maggiorenne - ha detto il comico toscano -. Tutto regolare mi raccomando. E quando resti sola con lui... Digli chi sei. Rosy non devi temere niente perché se ti arrestano basta che dici che sei la suocera di Zapatero. O la nonna di Fidel Castro".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -