Berlusconi all'attacco: ''Voglio farmi fuori. Non ci riusciranno''

Berlusconi all'attacco: ''Voglio farmi fuori. Non ci riusciranno''

Berlusconi all'attacco: ''Voglio farmi fuori. Non ci riusciranno''

ROMA - Nuovo intervento a tutto campo Silvio Berlusconi. In un audio-messaggio inviato ai Promotori della Libertà, il presidente del Consiglio ha commentato le recenti proteste degli studenti contro la riforma dell'università e l'attuale crisi politica, lanciando un chiaro messaggio ai finiani: "La vita pubblica è paralizzata da una crisi politica, irragionevole e irresponsabile, che ci ha riportato indietro alla vecchia partitocrazia, con i suoi linguaggi e i suoi egoismi".

 

"Questo governo è stato eletto dagli italiani e al nostro governo non c'è altra alternativa", ha affermato il Cavaliere, garantendo che il otterrà la fiducia che però "non dovrà essere occasionale". Chi voterà contro "sarà segnato come un traditore a vita". Se poi si dovesse andare al voto, il premier ha una certezza: "Sbaraglieremo tutti". Vogliono eliminarmi, ma non ci riusciranno. Noi andiamo avanti, noi facciamo, gli altri parlano".

 

Berlusconi ha attaccato anche le proteste contro la riforma Gelmini: "Chi è salito sui tetti per protestare contro la riforma dell'università difende i baroni". Il premier ha affrontato anche l'emergenza rifiuti in Campania: "Con l'operazione lanciata venerdì, in meno di due settimane porteremo Napoli al meritato e dovuto decoro".

 

Sulla questione rifiuti è intervenuto anche il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, che si è detto "disponibile" a valutare l'ipotesi di inviare più soldati per far fronte all'emergenza in Campania.

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di rasellaguido
    rasellaguido

    Tanto devi poi solo scoprire chi ha saputo o scoperto il tuo segreto,e tirarlo dentro tu prima che costì ti metta giù del tutto,sarà un'agonia ?. (E non è il Gioco dell'Oca,bensì è il solo Gioco che avete fatto,venduto e fatto fare al mondo intero al posto del Gioco vero,"Fare" per ciò ...)

  • Avatar anonimo di ditto
    ditto

    Ha ragione il Berlusca: se questa è una democrazia deve essere il voto a cambiare il governo non i mestieranti della politica. Questa congraga di salotto con i de benedettini, la confindustria sovvenzionata, l'usigrai e il residuo di post comunisti, compagni e gente impresentabile dell'ultima ora vorrebbero dirci cosa bisogna fare : L'unica cosa da fare è mandarli a casa ...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -