Berlusconi alla Casa Bianca per parlare di Afghanistan

Berlusconi alla Casa Bianca per parlare di Afghanistan

Berlusconi alla Casa Bianca per parlare di Afghanistan

WASHINGTON - Questo pomeriggio il premier Silvio Berlusconi sarà ricevuto alla Casa Bianca dal presidente degli Usa Barack Obama. Si discuterà del rafforzamento del contingente italiano in Afghanistan (si parla di impiegare circa 500 militari in più) e di modificare l'operatività: ora come ora, infatti, le truppe italiane possono essere allertate con sei ore di anticipo, mentre gli Usa vorrebbero eliminare questa regola, per avere forze pienamente operative.

 

 

Lo sforzo in Afghanistan è richiesto in vista delle elezioni, per stringere le maglie della lotta ai talebani ancora presenti e forti in diverse parti del Paese. Da Palazzo Chigi si segnala con una nota di orgoglio che Berlusconi è il secondo primo ministro europeo ricevuto alla Casa Bianca, dopo l'inglese Gordon Brown.

 

Nel caso in cui la proposta di Berlusconi diventasse operativa, l'Italia avrebbe nel paese asiatico tremila uomini, sarebbero pronti a partire inoltre altri mezzi tra aerei ed elicotteri. In cambio della maggiore operatività il premier italiano chiederà, però, una piena partecipazione alle informazioni sensibili nel Paese, una "disclosure" necessaria per la sicurezza dei soldati.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -