Berlusconi compie 73 anni: ''Chiamatemi più spesso, mi sento meno solo''

Berlusconi compie 73 anni: ''Chiamatemi più spesso, mi sento meno solo''

Berlusconi compie 73 anni: ''Chiamatemi più spesso, mi sento meno solo''

ROMA - "Chiamatemi più spesso, perché così mi sento meno solo". Scherza Silvio Berlusconi nel giorno del suo 73esimo compleanno. Il premier è intervenuto telefonicamente a "Unomattina", affrontando diversi argomenti d'attualità, facendo il punto sulla crisi economica e ribadendo la bontà delle misure prese dal governo: "Il nostro paese ha saputo reagire meglio degli altri alla crisi. Ora ci sono le condizioni per riprendere il cammino verso lo sviluppo".

 

Berlusconi ha sottolineato che nessun cittadino "sarà lasciato solo" nelle difficoltà. L'Italia, ha ricordato, ha già posto il problema alle recenti riunioni del G8, G14 e G20. "La comunità internazionale - ha avvertito Berlusconi - deve intervenire per non rendere più possibili speculazioni -che si sono verificate e continuano a verificarsi- sul petrolio, le materie prime e i generi di prima necessità. Lo Stato non lascerà indietro nessuno, ma sarà sentito come amico e non oppressore". La speculazione, ha insistito Berlusconi, in questo periodo "ha determinato crisi gravissime, soprattutto nei Paesi più poveri".

 

Berlusconi ha parlato anche della ricostruzione in Abruzzo dopo il terremoto del 6 aprile scorso. "Il ministro Bondi è quotidianamente in contatto con i ministri dei Governi che si sono impegnati" nella ricostruzione "per rendere operativi gli impegni assunti dai leader del G8 e del G14", ha assicurato. "Servirà più tempo, ma sono sicuro che gli edifici storici e le chiese torneranno come prima e forse anche più belli", ha aggiunto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -