Berlusconi contro il Terzo Polo: ''Vogliono il mio posto''

Berlusconi contro il Terzo Polo: ''Vogliono il mio posto''

Berlusconi contro il Terzo Polo: ''Vogliono il mio posto''

ROMA - Nuovo affondo del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, sul Terzo Polo. Intervenendo telefonicamente ad una manifestazione a Roma in sostegno del Governo, il Cavaliere, senza incitare l'ex alleato Gianfranco Fini, ha parlato di una sua "incoerenza totale" , affiancandolo a Pier Ferdinando Casini nell'intento di consegnare il paese alla sinistra. Berlusconi, dicendosi consapevole della sua età, ha poi aggiunto che lascerà quando avrà terminato il programma.

 

"Comunque mai ai maneggioni della vecchia politica", ha assicurato.  Berlusconi ha evidenziato che "c'è un'incoerenza totale da parte di questi signori che fino a ieri sono stati con noi e che sono passati dalla Bossi-Fini al voto agli immigrati, dal presidenzialismo al premio di maggioranza. Questi signori che per ambizioni personali ora si mettono con la sinistra e vogliono consegnare anche il governo del paese alla sinistra. Gli italiani devono saperlo".

 

Il Cavaliere ne ha avute anche per Casini: "Lui ha un solo progetto, far fuori Berlusconi per prendere il suo posto. Come la sinistra che ha capito che Berlusconi e' un ostacolo per prendere il potere politico, cosa che e' l'unico progetto che ha".

 

"Il 14 dicembre andremo in Parlamento e sono convinto che avremo la maggioranza sia al senato che alla camera", ha assicurato Berlusconi. "Non riesco a credere - ha proseguito - che ci sia un'armata così grande di creduloni che seguono questi aspiranti leader politici che portano avanti un discorso di distruzione della credibilità del Paese".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -