Berlusconi contro la sinistra: "Elettori senza cervello"

Berlusconi contro la sinistra: "Elettori senza cervello"

Berlusconi contro la sinistra: "Elettori senza cervello"

Silvio Berlusconi continua ad alzare i toni della campagna elettorale in vista del ballottaggio di domenica e lunedì. E dopo aver accusato i suoi di aver sbagliato i candidati, se la prende con gli elettori di centrosinistra, definendoli "senza cervello". A chi gli fa presente il fatto che si tratta di una consultazione elettorale con valenza nazionale, Berlusconi dice che "non penso a un voto contro di me, sono applaudito dappertutto". Del resto, ha detto a ‘Porta a porta', "tutti i governi sono in calo".

 

In caso di sconfitta elettorale, comunque, Berlusconi esclude l'ipotesi di cedere il passo.  "Lo escludo, a meno che non mi venga un colpo domattina..." ha detto con la sua solita ironia, aggiungendo: "sarei disposto ad un passo indietro per riunire i moderati".

 

Il premier va di nuovo all'attacco della sinistra: "è la più impresentabile del mondo, perché ormai è diventata un coacervo di partiti diversi da Di Pietro, a Vendola, a Grillo, agli ex comunisti che si mettono insieme ma poi si divideranno alla prima occasione". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -