Berlusconi corteggia l'Udc: ma Casini non si concede

Berlusconi corteggia l'Udc: ma Casini non si concede

ROMA - Meno tasse e più soldi in busta paga. Sono le promesse di Silvio Berlusconi, candidato premier del neonato Pdl, annunciate dal salotto di ‘Porta a porta’. Il Cavaliere sta tentando in queste ore di portare dentro al nuovo soggetto anche l’Udc, ma le trattative sembrano in alto mare. Casini, leader dei centristri, è determinato a non abbandonare il proprio simbolo e ha detto no ad una “annessione” nel partito del Popolo delle libertà, in cui è già confluita An.


“L’Udc venga con noi” – “Non c'e' nessuna annessione, perche' il Popolo della Liberta' e' qualche cosa che dobbiamo costruire insieme". Cosi' Silvio Berlusconi, durante la registrazione della puntata di 'Porta a Porta' che andra' in onda questa sera, ha replicato alle affermazioni di Pier Ferdinando Casini al Tg1.


Rifiuti il primo problema del nuovo governo - Quello dei rifiuti in Campania "e' un problema enorme, un'emergenza drammatica" e sara' "il primo problema che il nuovo governo dovra' risolvere". Lo ha detto il leader del Pdl Silvio Berlusconi nel corso di 'Porta a Porta'. Berlusconi ha rivelato che secondo alcune stime "vi sia un milione di tonnellate di rifiuti ancora da smaltire" e i nodi principali riguardano "l'eliminazione dell'immondizia accumulata e poi lo smaltimento in continuita' di quanto si va accumulando".


Gli italiani non votino i piccoli partiti - "La cosa importante che i cittadini devono capire e' che non e' che le colpe siano tutte della politica quando si dice ci sono tante sigle politiche: la colpa e' anche dei cittadini che votano i piccoli partiti. Se i cittadini volessero davvero che l'Italia fosse governata da una mano salda e che i piccoli partiti non potessero imporre dei veti ai grandi partiti dovrebbero al momento del voto concentrare la loro fiducia sul partito piu' importante del centrosinistra o su quello del centrodestra". Lo ha affermato Silvio Berlusconi ospite della puntata di 'Porta a porta' che andra' in onda questa sera.


“Sono ancora indispensabile” - “Sono sicuro di farcela. Questo governo ha scontentato tutti. I sondaggi ci danno ampiamente in testa”. A dichiararlo Silvio Berlusconi, intervenuto alla trasmissione “Porta a Porta” di Bruno Vespa che andrà in onda martedì sera su Rai Uno. Il Cavaliere ha ammesso che “sarebbe molto saggio non candidarsi, ma sono ancora indispensabile”. Secondo il leader di Forza Italia “c'è bisogno di un cambio di governo, di un partito che unisca tutti i moderati”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -