Berlusconi, no all'ultimatum di Fini: ''Non mi dimetto''

Berlusconi, no all'ultimatum di Fini: ''Non mi dimetto''

Berlusconi, no all'ultimatum di Fini: ''Non mi dimetto''

ROMA - Se Gianfranco Fini è intenzionato ad aprire la crisi di governo venga in Parlamento e se ne assuma la responsabilità di votare la sfiducia. E' la prima riflessione che Silvio Berlusconi, a quanto ha appreso l'agenzia di stampa Agi, ha fatto con alcuni dirigenti del Pdl dopo il discorso di Gianfranco Fini alla Convention di Fli a Perugia. "Non è un percorso possibile che Berlusconi possa dare le dimissioni. Lo escludo", ha affermato Altero Matteoli.

 

Secondo il ministro per l'Attuazione del programma di governo Gianfranco Rotondi "i padroni dei governi sono Parlamento e cittadini. Se il Parlamento ci sfiducia, andiamo al voto; se i cittadini ci bocciano andiamo a casa". Per il coordinatore del Pdl, Sandro Bondi, e il presidente dei deputati del Pdl, Fabrizio Cicchitto, il discorso di Fini "getta alle ortiche con una spregiudicatezza imbarazzante un impegno comune di quasi vent'anni".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -