Berlusconi: "Referendum inutile''

Berlusconi: "Referendum inutile''

Berlusconi: "Referendum inutile''

ROMA - Il voto del 12 e 13 giugno sul nucleare sarà un voto "inutile" e in ogni caso "il governo rispetterà il volere dei cittadini". Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, prendendo la parola a "La telefonata" di Maurizio Belpietro, su Canale 5. Il premier ha spiegato che non sarà data alcuna indicazione ai sostenitori del centrodestra, "che avranno anzi libertà di scelta anche se questi referendum nascono da iniziative demagogiche".

 

Il quesito sull'acqua, secondo il Cavaliere, "è del tutto fuorviante perché non è vero che la legge che si vuole abrogare voglia privatizzarla ma solo porre fine a sprechi". E sul nucleare, "le norme sulla localizzazione delle centrali sono state già abrogate e quindi si chiede ai cittadini di votare sul nulla". L'esito della consultazione "non avrà nulla a che vedere sul governo". Quanto alle recenti amministrative, Berlusconi ha ribadito di riconoscere la sconfitta.

 

"L'abbiamo fatto anche nel '96, quando avvenne a seguito del ribaltone propiziato da Scalfaro - ha affermato il premier -. L'abbiamo fatto nel 2006 quando siamo stati battuti per 25 mila voti dai brogli della sinistra. Poi gli elettori hanno capito e dal 2008 abbiamo sempre vinto". "Abbiamo subito un gol ma continuiamo a vincere e a condurre per 4-1", ha aggiunto. In merito alla scelta del nuovo segretario politico, Berlusconi assicura che Angelino Alfano avrà pieni poteri.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -