Berlusconi: ''I violenti attacchi li ho subiti io''

Berlusconi: ''I violenti attacchi li ho subiti io''

Berlusconi: ''I violenti attacchi li ho subiti io''

ROMA - Silvio Berlusconi risponde al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano dopo le polemiche scaturite dalle frasi pronunciate a Bonn contro la Consulta. "Tutti hanno chiarissima questa situazione - ha evidenziato il premier - c'è una situazione di violenza solo nei miei confronti". Secondo Berlusconi, il clima negativo "non dipende da noi: sono qui a lavorare ogni giorno con serenità, grande passione e concretezza. Sono gli altri che attaccano e discreditano".

 

Berlusconi ha ribadito l'intenzione di modificare la Costituzione: "È vecchia, la cambieremo". E smentisce l'ipotesi di elezioni anticipate: "Lo dico con chiarezza, non ci ho mai pensato". Poco dopo sono arrivate le parole del presidente della Camera, Gianfranco Fini. Parlando all'università della Calabria, ha evidenziato come in politica "ci si scontra ma si rispetta l'arbitro e si rispettano le regole del campionato".

 

"Nella politica servono valori condivisi e la parola avversaria è tipica del gergo sportivo - ha chiosato -. Come in Milan-Inter o Roma-Lazio ci si scontra ma si rispettano l'arbitro e le regole del campionato". "Nel Capo dello Stato - ha aggiunto Fini - si devono riconoscere tutti gli italiani. Finita la competizione elettorale, reso merito a chi ha vinto e a chi è stato sconfitto, si ponga fine alla quotidiana propaganda, al clima di derby permanente e si lavori per il bene comune, fermo il ruolo di garanzia che hanno talune cariche".

 

Fini ha ribadito che c'è differenza tra nemici e avversari ed ha affermato che "gli avversari sanno che c'è un arbitro che è imparziale anche quando sbaglia". Poi ha sottolineato che "il primo dovere di chi rappresenta le istituzioni è di avere a cuore l'interesse generale". "E non lo dico per un malinteso buonismo", ha concluso.

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di simy
    simy

    la costituzione è deve rimanere intatta(leggere per credere)..cambiamo presidente e classe poltiica che bene che sono vecchi

  • Avatar anonimo di Dalladario
    Dalladario

    questa deriva populista comincia ad essere veramente pericolosa : noi siamo una nazione dove nascono con facilità nuove forme di potere essendo il nostro un popolo poco maturo democraticamente parlando : ci stiamo inesorabilmente consegnando ad una nuova forma di dittatura in cui il popolo soggigato e obnubilato dal bombardamento mediatico che travisa e condiziona la " realtà " a uso e consumo del governante di turno : Berlusconi prima o poi "mollerà l' osso" se non altro per raggiunti limiti di età , ma dietro di se non lascerà che macerie materiali e morali ! E chi appoggia e santifica il "sultanino" non si rende conto di quanto il nostro Paese stia cadendo in basso ma crede pedissequamente a quanto raccontano i giornali e le TV del suo "santo-subito" Capataz !

  • Avatar anonimo di Manù
    Manù

    se non sbaglio, la costituzione è più "giovane" di Berlusconi, CAMBIAMO LUI ALLORA!!!

  • Avatar anonimo di Mat02
    Mat02

    poverò magari napolitano e fini e i magistrati della consulta gli devono pure chiedere scusa !!!! Si vergogni!Va all'estero e sparla dello stato che rappresenta e che lo ha eletto in base alle regole sulle quali sputa con turpiloquio da mercato!!! Si scioglano le camerea ci vuole un altro presidente del consiglio e se no si elegga Fini!!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -