Berlusconi: ''La Carta si può cambiare''

Berlusconi: ''La Carta si può cambiare''

Berlusconi: ''La Carta si può cambiare''

ROMA - "Da capo dello Stato, Francesco Cossiga non esitò a picconare la Costituzione che non riteneva un dogma ma una carta delle regole democratiche che riconosce al suo stesso interno la possibilità di essere adattata" e "riformata ai tempi". E' quanto ha affermato Silvio Berlusconi in un messaggio letto nell'aula del Senato in occasione della commemorazione del presidente emerito Francesco Cossiga, sottolineandone l'impegno riformatore per "ammodernare lo stato".

Berlusconi ha ricordato di essere "sceso in campo per difendere la libertà da forze illiberali". Nel messaggio, letto dal sottosegretario Gianni Letta, il premier ha anche sostenuto che Cossiga ha il "posto d'onore nel pantheon dei liberali e democratici".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -