Bersani: le primarie sono ''un'opportunità e non un obbligo''

Bersani: le primarie sono ''un'opportunità e non un obbligo''

Bersani: le primarie sono ''un'opportunità e non un obbligo''

ROMA - Pier Luigi Bersani scarta il ricorso alle primarie nel Lazio e nel Veneto. Parlando dei candidati del centrosinistra alle prossime elezioni regionali, il segretario del Pd ha evidenziato "che nelle Regioni come il Lazio dove la destra è già in campo sia meglio privilegiare l'immediatezza e l'efficacia della scelta". Bersani ha ricordato che "i candidati devono essere scelti entro il 20 febbraio", dunque dove la scelta è ancora incerta c'è tempo per decidere.

 

Le primarie, ha chiarito il segretario del Pd, sono ''un'opportunità e non un obbligo, il partito non può essere un notaio che si limita a stilare il regolamento delle primarie. Noi siamo un partito veramente federalista, non decidiamo nelle ville ma nelle assemblee regionali. Martedì c'è l'assemblea regionale del Pd regionale.  

 

Bersani ha evidenziato come Emma Bonino sia "una fuoriclasse, è fuori da ogni stereotipo, e da questo si capisce cosa penso io, ovviamente nel rispetto delle scelte degli organi del partito". Quanto allo scontro interno al centrosinistra in Puglia, "il tema non è l'esclusione di questo o quel candidato". "Stiamo cercando - ha aggiunto il leader del Pd- di mettere insieme uno schieramento che sia il più competitivo possibile".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -