Bersani: ''Dieci milioni di firme per mandare a casa Berlusconi

Bersani: ''Dieci milioni di firme per mandare a casa Berlusconi

Bersani: ''Dieci milioni di firme per mandare a casa Berlusconi

Il Pd organizzerà dal primo febbraio 10mila gazebo per raccogliere 10 milioni di firme per chiedere le dimissioni del premier Silvio Berlusconi. Lo ha annunciato a ‘Repubblica Tv' il segretario democratico Pier Luigi Bersani, spiegando che si tratta di "un'iniziativa per dare voce a tutti gli italiani indignati che non possono sopportare questa cosa qua". "Berlusconi a Ben Alì gli fa un baffo, non c'e' da aspettarsi niente", ha aggiunto Bersani ricordando quanto accaduto in Tunisia.

 

"Ci vuole un moto corale di opinione pubblica per fermarlo", ha proseguito il leader del Pd. "Qualsiasi soluzione, comprese le elezioni anticipate, è meglio di questa situazione", ha detto ancora Bersani. Quindi ha indicato le mosse del Pd: "Nell'immediato bisogna muoversi e muovere l'opinione pubblica, fare battaglia parlamentare, chiedere che lui se ne vada". Poi ha invitato Gianfranco Fini e Pier Ferdinando Casini "a guardare anche avanti" e non solo "dire elezioni".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per tal ragione, Bersani ha annunciato che si rifiuterà "di fare accordi politicisti, rifiuterò se su 4-5 cose non siamo d'accordo". Ma al tempo stesso, "bisogna fare qualcosa per il lavoro, riforme, un fisco più serio... Poi se qualcuno si sottrae si prenderà le sue responsabilità". Non solo il terzo polo. Per il leader del Pd "tutti quelli che ragionano oltre per me sono interlocutori. Noi siamo intenzionati a discutere con tutti", ha detto a proposito di Luca di Montezemolo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -