Bertinoro, elezioni. Milandri (Lega): "Tutelare gli anziani"

Bertinoro, elezioni. Milandri (Lega): "Tutelare gli anziani"

BERTINORO - Servizi per gli anziani. Matteo Milandri , candidato sindaco a Bertinoro per la Lega Nord, parte con la sua battaglia. "Considerata l'eta' media avanzata della popolazione bertinorese e l'attuale scarsa offerta di servizio per questa categoria di cittadini, specie nella zona del centro storico di Bertinoro, abbiamo ritenuto opportuno inserire nel nostro programma elettorale alcune migliorie che intendiamo sviluppare per tutelare la salute ed il benessere quotidiano della nostra popolazione della terza e quarta età".

 

"Uno degli elementi più importanti e richiesti che introdurremo sarà la realizzazione di una area verde attrezzata con panchine, adeguata illuminazione e fontanella, al fine di creare un punto di sosta per tutte quelle persone che, prive di mezzi propri, percorrono a piedi quasi quotidianamente la strada che unisce il centro del colle al cimitero. Proprio per questo motivo abbiamo l'intenzione di realizzarla nell'area verde già esistente e di proprietà del comune, adiacente alla chiesa in ricordo dei caduti su via Rio Rose. Riteniamo ancor più importante la possibilità di istituire un CUP in zona accessibile e ben servita dai servizi di trasporto pubblico, perché, vista la declassificazione dell'ospedale di Forlimpopoli a primo intervento e considerato l'innalzamento dell'età media dei cittadini, serve sempre più un sistema di agevolazione per gli anziani, e non solo, per quanto riguarda i servizi sanitari minimi".

 

"Questa struttura dovrebbe servire alle funzioni tipiche di un CUP, quali le prenotazioni delle visite specialistiche e delle prestazioni di diagnostica, ma non solo, perché una sede sanitaria distaccata non deve essere pensata solo la funzionalità e la comodità, si deve abbinare anche ad un ambulatorio gratuito per anziani, una piccola struttura attrezzata per prestazioni infermieristiche gratuite di assistenza quotidiana quali iniezioni, misurazioni valori, piccole medicazioni e prima consulenza sanitaria; visti i problemi economici della sanità pubblica e degli enti locali, questo sistema si deve basare esclusivamente sul volontariato. L'ambulatorio in sostanza viene messo a disposizione delle Associazioni di Volontariato Sociale, come ANTEAS o AUSER, le quali possono reclutare professionisti volontari, che provvedano all'attività gratuitamente; l' ambulatorio sarà aperto e i servizi saranno disponibili in relazione alle

disponibilità di infermieri, in pensione o in servizio, disposti a svolgere questa attività di volontariato. Si può pensare di rendere accessibile l' ambulatorio per residenti over 70, tanto per cominciare. Se il sistema funziona a dovere, oltre al servizio in se, la presenza dell' Ambulatorio Gratuito dovrebbe col tempo sollevare i medici di base da alcuni interventi ambulatoriali di routine (come la misurazione della pressione) assai richiesti dagli anziani, ovviamente in proporzione alle risorse umane e professionali espresse dal volontariato".

 

"L'AUSL, appoggiando il progetto, dovrebbe fornire i materiali sanitari e il servizio di smaltimento rifiuti speciali (siringhe, tamponi ecc...). Per sostenere le spese indispensabili, ad esempio l'assicurazione dei volontari, potrebbe intervenire il Comune, ma anche le altre associazioni che operano in altri campi e si mettono a disposizione per eventi, vendite di beneficenza e iniziative di raccolta fondi specifiche per questo Ambulatorio Gratuito. Questo rimane uno dei nostri principali obbiettivi, vale a dire, rispettare e valorizzare con impegno i servizi dedicati alla popolazione anziana, da noi considerata una grande risorsa di tradizione e cultura legata alle nostre origini, nonché di preziosa saggezza civica e sociale, testimoni ed artefici di un patrimonio da salvaguardare".

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -