Biotestamento, Berlusconi: ''Serve legge, i pm scavalcano le Camere''

Biotestamento, Berlusconi: ''Serve legge, i pm scavalcano le Camere''

Biotestamento, Berlusconi: ''Serve legge, i pm scavalcano le Camere''

ROMA - Il premier Silvio Berlusconi lancia il biotestamento. In una lettera inviata ai deputati del Pdl, ha evidenziato che si tratta di "una legge che nasce da circostanze particolari su cui non solo il governo ha preso posizioni chiare e coraggiose, ma io personalmente mi sono adoperato ed esposto con assoluta convinzione". Il presidente del Consiglio ha aggiunto che non è sua intenzione sacrificare o compromettere le convinzioni di ciascun deputato.

 

"Credo però che il lungo lavoro sul testo di legge abbia portato a un risultato largamente condivisibile di sintesi e mediazione alta - ha evidenziato il Cavaliere -. Questa legge sancisce per la prima volta il principio laico di 'consenso informato' per cui nessun trattamento sanitario può essere compiuto sul paziente senza che questi abbia espresso il proprio consenso assicurando così la libertà di cura".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Berlusconi ha aggiunto che il testo che arriva alla Camera è "un risultato largamente condivisibile di sintesi e di mediazione alta" che "traccia un confine netto con l'eutanasia, evitando anche i rischi di accanimento terapeutico".  "Noi liberali, cristiani, socialisti, riformisti, credenti di fedi diverse e non credenti- ha aggiunto il premier - noi moderati, insomma, siamo convinti che la libertà, bene prezioso, non possa arrivare a negare la vita".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -