Bonaiuti: ''Riforma fiscale si, ma non sarà quella del taglio''

Bonaiuti: ''Riforma fiscale si, ma non sarà quella del taglio''

Bonaiuti: ''Riforma fiscale si, ma non sarà quella del taglio''

ROMA - Quella fiscale è una delle riforme da fare, ma "non immaginate che la riforma sia il taglio". E' quanto ha affermato in un'intervista rilasciata a "Rainews24" il sottosegretario alla presidenza del consiglio, Paolo Bonaiuti. "Sappiamo che il reddito fisso è il più tassato, però per fare questo occorrono i tempi giusti e i momenti giusti". In merito alla riforma della giustizia, ha assicurato che "non sarà costituita da leggi ad personam".

 

"Rappresenterà la risposta a una giustizia ad personam che ha colpito direttamente il presidente del consiglio con 2500 udienze, con circa 700 perquisizioni e che lo ha visto indagato da circa 700 magistrati", ha aggiunto Bonaiuti. Con la riforma, ha aggiunto, "verrà dato sostegno alla magistratura e alle forze dell'ordine. Basta vedere i numeri che ha dato il ministro Maroni sulla lotta alla criminalità organizzata. Il Governo combatte ma vorrei anche sottolineare che larga parte delle Regioni del Sud sono amministrate dalla sinistra".

 

Sul punto di partenza per le riforme, Bonaiuti ha spiegato che si prenderà "la bozza Violante per partire". Ovviamente non dico che va bene così come è, perchè ci sono dei problemi - ha evidenziato -. Ad esempio, per noi i poteri del presidente del consiglio vanno aumentati. Ma c'e' accordo sul bicameralismo e sullo snellimento delle procedure di formazione delle leggi".

 

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio ha parlato del presidente della Camera, Gianfranco Fini, escludendo che possa lasciare il Pdl: "Pensare che uno dei co-fondatori voglia andare via? Io non ci credo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -