Bono: gli ultimi summit internazionali hanno fallito

Bono: gli ultimi summit internazionali hanno fallito

Bono: gli ultimi summit internazionali hanno fallito

"I recenti summit globali sono stati un fallimento totale, così che la comunità internazionale (che potrebbe anche non esserne ancora consapevole) di fatto è in forte ritardo per un proficuo incontro multilaterale che non si incentri sul parlare a vanvera ma sul fare". Bono, leader degli U2 e artista in prima linea nella lotta contro la fame nel mondo, torna a dare la scossa ai potenti del mondo con una lettera pubblica, ripresa in Italia dal quotidiano "La Repubblica".

 

Alla vigilia del summit delle Nazioni Unite, Bono fa notare che si discuterà di un tema "la cui enorme importanza è pari soltanto allo scarso riconoscimento per la breve denominazione che lo contrassegna: mi riferisco alla sigla degli Obiettivi di sviluppo del millennio, quel "Mdg" che sta per Millennium Development Goals (e Dio ci scampi da questa sciocca mania degli acronimi)".

 

Bono non esita a definirlo "l'accordo più visionario di cui la maggior parte dei popoli abbia mai sentito parlare. Poco prima che iniziasse il XXI secolo, in una serie di summit mondiali fu negoziato un patto globale di grande portata, poi ratificato nel 2000". Un accordo che " impegnava i firmatari a "garantire che la globalizzazione diventasse una forza positiva per tutti i popoli della Terra", in particolar modo i più emarginati dei Paesi in via di sviluppo".

 

Bono riconosce che alcuni passi in avanti sono stati compiuti, ma non dimentica 'buchi neri' come quello del Congo. E ricorda che "a causa della crisi finanziaria circa 64 milioni di persone sono ricadute in stato di indigenza, e per colpa della crisi alimentare 150 milioni di esseri umani sono afflitti dalla fame".  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -