Bossi contro Napolitano e Monti: vogliamo la Padania libera

Il senatur chiede al Cavaliere di staccare la spina al governo Monti, andare al voto e magari ricomporre l'alleanza che ha governato nel periodo precedente all'attuale governo tecnico voluto dal presidente della Repubblica

La Lega Nord torna ad alzare la voce nei confronti non solo del governo ma dell'ex alleato (meno ex ultimamente) Silvio Berlusconi. E chiede al Cavaliere di staccare la spina al governo Monti, andare al voto e magari ricomporre l'alleanza che ha governato nel periodo precedente all'attuale governo tecnico voluto dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Contro il quale il Carroccio ha qualcosa da dire.

 Nei suoi confronti il leader leghista Umberto Bossi, parlando alla “Bergam Frecc” di Albino, nei pressi di Bergamo, ha usato toni sprezzanti. “Abbiamo subito anche il presidente della Repubblica che è venuto a riempirci di tricolori, sapendo che non piacciono alla gente del Nord”, ha detto dopo aver precisato che “non sapevo che Napolitano l’era un terun”.

Parole dure anche nei confronti del neo-premier Mario Monti. Poi il leader leghista, affiancati dai 'colonnelli' Roberto Maroni e Roberto Calderoli, ha lanciato la manifestazione che il 22 gennaio si svolgerà a Milano per chiedere l'indipendenza della Padania. “Ora la vogliamo, ci siamo rotti le pal...” ha spiegato Bossi.
 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -