Bossi fa marcia indietro: ''Chiedo scusa alla Nazionale''

Bossi fa marcia indietro: ''Chiedo scusa alla Nazionale''

Bossi fa marcia indietro: ''Chiedo scusa alla Nazionale''

ROMA - Umberto Bossi fa marcia indietro e chiude le polemiche a proposito della sfida decisiva dell'Italia contro la Slovacchia. "Chiedo scusa alla Nazionale", ha affermato il leader della Lega Nord intervenendo telefonicamente all'Ansa. Tutto è iniziato quando il ministro per le Riforme, in merito al match di giovedì pomeriggio decisivo per la permanenza degli azzurri in Sudafrica, aveva dichiarato: "La partita? Tanto se la comprano". "La mia era una battuta", ha detto.

 

Bossi ha spiegato che è stata "fatta alla buvette, mentre ero con i miei. E guarda che casino che è venuto fuori". "Adesso - ha promesso il leader del Carroccio - starò più attento a fare battute, meglio non farle davvero, si rischia di far casino se non si è capiti. E comunque chiedo scusa alla Nazionale". Bossi ha poi fatto gli auguri alla squadra di Marcello Lippi: "Finirà che gli azzurri vinceranno il campionato del mondo".

 

Pentito? "Ho chiesto scusa alla Nazionale - ha replicato deciso -. Per il resto stop. Una cosa è chiara, anche se già la sapevo, e è il vecchio proverbio popolare 'Scherza con i fanti ma lascia stare i santi'. Toccare la nazionale è, in questo momento, come scherzare con i santi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -