Bossi: "Situazione molto pericolosa: momento drammatico"

Bossi: "Situazione molto pericolosa: momento drammatico"

Bossi: "Situazione molto pericolosa: momento drammatico"

ROMA - "La situazione è molto pericolosa. L'accordo sulle pensioni è molto difficile". A dirlo il leader della Lega Umberto Bossi, che ha gettato ulteriore benzina sul fuoco: "Il momento è drammatico". Il Senatur ha ribadito il no della Lega all'innalzamento delle pensioni a 67 anni: "Non è possibile, 67 anni non possiamo farlo per far piacere ai tedeschi. La gente ci ammazza". E quindi ha ripetuto che per le pensioni "i 40 anni, non vanno toccati".

 

Bossi ha poi escluso l'ipotesi di un governo tecnico: "Se cade l'esecutivo si andrà alle elezioni per forza". Il leader del Carroccio ha poi attaccato il neopresidente della Bce Mario Draghi in merito alle riforme chieste dall'Europa. "Chi fa quella roba lì è un italiano", ha detto il leader della Lega evocando la lettera della Bce e indirettamente uno dei due firmatari, cioè Draghi. "L'Europa che parla italiano dice addirittura che bisogna privatizzare le farmacie, che sono comunali. Belle stupidaggini...".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -