Bossi: ''nel giro di sinistra c'è chi vuole ricostruire le Br''

Bossi: ''nel giro di sinistra c'è chi vuole ricostruire le Br''

Bossi: ''nel giro di sinistra c'è chi vuole ricostruire le Br''

MILANO - "Nel giro di sinistra" c'è chi ha "intenzione di ricostituire le Br". E' il duro attacco del leader della Lega Nord, Umberto Bossi, durante un comizio a Cornaredo, nel Milanese. Il Senatur ha invitato gli elettori a rifiutare la scheda per il referendum elettorale. "Dovete dichiarare che non volete votare per il referendum - ha detto Bossi - perché i brogli sono facili, basta buttare nell'urna una scheda bianca". "Il referendum, comunque, per fortuna non passerà", ha sentenziato.

 

Secondo il numero uno del Carroccio, qualora passasse il referendum elettorale si formerebbe "il partito unico" e a sinistra "direbbero che Berlusconi è un fascista, un criminale". "Non a caso Maroni ha infilato alcuni agenti dei servizi e della Digos e nel giro di sinistra hanno trovato che hanno intenzione di ricostruire le Brigate rosse - ha tuonato -. Quando perdono le sinistre diventano cattive, ma davvero".

 

Secondo Bossi il referendum "viene dalla melma del passato di gente che evidentemente non riesce a vincere le elezioni. La sinistra - ha attaccato- ha creato un marchingegno pericolosissimo per creare un partito unico". Per il Senatur l'obiettivo è colpire Berlusconi: "se si forma il partito unico, io l'ho detto a Berlusconi di stare attento, poi direbbero: "ecco la prova provata che Berlusconi è fascista"".

 

Bossi ha poi spiegato che il successo del Carroccio alle recenti elezioni europee deriva dal fatto che la Lega "lotta per i cittadini e anche perchè i ministri sono stati bravi". "Nel marasma della politica italiana ha uno zoccolo duro che certamente non si e' venduto - ha aggiunto -. La Lega e' quella di sempre, la Lega vuole combattere e andra' fino in fondo fino alla liberta' dei popoli padani", ha aggiunto.

 

Nel corso del comizio Bossi ha confermato il suo impegno per l'introduzione delle gabbie salariali. "Siete i lavoratori piu' bravi del mondo, piu' produttivi del mondo ma siete anche i lavoratori meno pagati del mondo. C'e' qualche cosa che non va bene, bisogna mettere a posto questa situazione che proprio non va. Mi applichero' a fondo per questo", ha detto il Senatur.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -