Brogli elettorali, è guerra tra Berlusconi e Veltroni

Brogli elettorali, è guerra tra Berlusconi e Veltroni

A pochi giorni dalle elezioni politiche che decreteranno chi sarà il nuovo premier, la campagna elettorale si fa sempre più elettrizzante. Se da una parte il leader del Pdl, Silvio Berlusconi, invita a Veltroni a promettere agli italiani che “la sinistra rinunci ad utilizzare le schede bianche per fare brogli”, il segretario del Pd attacca: Ma chi parla ancora di brogli come si pensa possa governare il Paese? E' dal '94 che parla di brogli però solo quando perde”.


BERLUSCONI – Silvio Berlusconi, durante la registrazione di “Omnibus” su La7, ha chiesto al candidato premier del Pd di impegnarsi a “non utilizzare le schede bianche e a commettere quei brogli che vengono da un'antica professionalità della sinistra della scuola delle Frattocchie”. Il Cavaliere ha insistito, sottolineando che “i brogli sono sempre esistiti” e che “le schede bianche sono state utilizzate per ribaltare il risultato in due regioni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VELTRONI - "Ma chi parla ancora di brogli come si pensa possa governare il Paese? E' dal '94 che parla di brogli pero' solo quando perde. Noi qui parliamo della vita concreta del Paese e non se ne puo' piu' di certe discussioni. Basta. E' una stagione che deve essere chiusa". E’ l’affondo di Veltroni, intervenuto a 'Porta a porta' di Bruno Vespa, riferendosi alle affermazioni di Berlusconi sui brogli che "servono solo a creare tensione". “Il governo Berlusconi che è durato dal 2001 al 2006 - ha proseguito il leader del Pd - ha rappresentato economicamente la stagione peggiore degli ultimi 15 anni e questo non c'entra con l'11 settembre perché in quello stesso periodo Spagna, Germania, Francia e Inghilterra sono andate avanti lo stesso”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -