Brogli elettorali, scontri in Moldavia: 193 arresti tra i manifestanti

Brogli elettorali, scontri in Moldavia: 193 arresti tra i manifestanti

Foto tratta da LaStampa.it-2

A fatica la polizia moldava è riuscita a riprendere il controllo del parlamento e della presidenza del paese dopo l'assalto avvenuto da forze di estrema destra a seguito della vittoria del Partito Comunista (già al potere) alle elezioni legislative. Gli agenti hanno arrestato complessivamente 193 persone, tra cui molti minorenni, che erano nel corteo di manifestanti che potrestavano contro presunti brogli elettorali commessi durante le operazioni di voto.

 

Gli arrestati sono accusati di saccheggio, atti di teppismo e azioni violente, secondo quanto ha riferito Anna Meleka, portavoce del ministero dell'Interno citata dall'agenzia Ria Novosti. Gli scontri tra forze di sicurezza e manifestanti hanno prodotto un centinaio di feriti tra i poliziotti, ma il bilancio non sembra essere definitivo se è vero sono attese altre manifestazioni (che nei giorni scorsi sono sfociate in guerriglia) a Chisinau, dove è previsto l'arrivo di migliaia di dimostranti da altre regioni del Paese.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'atteggiamento del partito comunista, che non ne vuole sapere di ripetere le operazioni e che rivendica la validità delle elezioni a seguito anche di quanto attestato dagli osservatori internazionali, ha comportato l'interruzione del dialogo tra governo e opposizione. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -