Cala la fiducia in Berlusconi: il Cavaliere sotto il 50% dei consensi

Cala la fiducia in Berlusconi: il Cavaliere sotto il 50% dei consensi

Cala la fiducia in Berlusconi: il Cavaliere sotto il 50% dei consensi

ROMA - Cala la popolarità del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi: in 60 giorni il Cavaliere ha perso 4 punti, andando sotto il 50%. E' quanto emerge dal sondaggio mensile Ipr Marketing per Repubblica.it sulla fiducia degli italiani nel premier, nel governo e nei partiti. Ad incidere sul dato lo scandalo delle escort. Lo scorso maggio, prima delle elezioni europee ed amministrative, Berlusconi aveva raccolto il 53% di consensi contro un 46% di "sfiducia".

 

Il governo non risente dell'andamento del premier. Il governo è rimasto fermo al 44% di maggio con un 52% di interpellati che ha espresso"poca" o "nessuna" fiducia e un 4% di indecisi. Il recente G8 dell'Aquila ha premiato i ministri Mara Carfagna e Maria Stella Gelmini, che hanno fatto gli onori di casa alle "first lady". Gelmini ha guadagnato tre punti in più, salendo così al 42% di colore che hanno espresso molta o abbastanza fiducia, mentre la Carfagna ne ha guadagnati addirittura 5, toccando il 54%.

 

Si difende Claudio Scajola, responsabile delle attività produttive (52%). Il ministro Giulio Tremonti è fermo al 58%. In testa alla classifica dei ministri restano Maurizio Sacconi (Welfare) e Roberto Maroni (Interni) rispettivamente con il 63% e il 60% di fiducia. Sul podio anche Angelino Alfano (Giustizia) pur avendo perso 3 punti scendendo a quota 60%. In calo la fiducia sul Pdl, passata dal 50% al 46%. La Lega Nord, invece, ha guadagnato 3 punti salendo a quota 32%. Fermi l'opposizione: Idv al 41%, Udc al 34% e Pd al 33%.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -