La Camera salva Nicola Cosentino

La Camera salva Nicola Cosentino. Sono stati 309 i deputati contrari all'arresto del deputato e coordinatore campano del Pdl, indagato per presunti rapporti con la camorra

La Camera salva Nicola Cosentino. Sono stati 309 i deputati contrari all'arresto del deputato e coordinatore campano del Pdl, indagato per presunti rapporti con la camorra. Favorevoli alle manette sono stati in 298, mentre in 18 ( 8 del Pdl, 2 del Pd, 2 della Lega ed uno dell'Udc) si sono astenuti. Non ha partecipato al voto il leader del Carroccio, Umberto Bossi, così come nessun ministro del governo Monti. Era presente Roberto Maroni, favorevole all'arresto.

L'ex titolare del Viminale non ha condiviso la posizione della Lega della libertà di voto, riferendo comunque di averla accetta. “Non c'è nessun disaccordo con Bossi”, ha aggiunto Maroni. Soddisfatto l'ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che ha definito quello della Camera, “un voto di giustizia”. Per il leader del Pdl si tratta di “una decisione giusta, in linea con la Costituzione”.


 

Commenti (1)

  • siamo alla solita commedia dei nostri politicanti rubasoldi se la magistratura ha raccolto prove contro cosentino gravi che valgono un arresto perchè dobbiamo fare decidere a questo branco di incompetenti? forse se decidevano per l'arresto avevano paura che fosse il primo di una lunga serie? io personalmente li manderei a raccogliere le arance !

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -