Caos liste, riammesso il 'listino' della Polverini

Caos liste, riammesso il 'listino' della Polverini

Caos liste, riammesso il 'listino' della Polverini

L'ottimismo di Renata Polverini è stato premiato. Giovedì sera i giudici della Corte d'appello hanno rimesso in corsa la candidata dal centrodestra per la presidenza della Regione Lazio dando così il via libera al ‘listino'. Intanto il governo e delle segreterie nazionali dei partiti di maggioranza e di opposizione sono al lavoro per individuare una soluzione politico-legislativa per la riammissione della lista dei candidati Pdl della provincia di Roma per le prossime elezioni.

 

La presentazione del listino mancava di una procura, ovvero la firma di uno dei due presentatori, il vice coordinatore regionale del Pdl Alfredo Pallone. La decisione della Corte d'appello è stata motivata in un provvedimento di quattro pagine che sarà pubblicato venerdì. A questo punto a correre per la poltrona di governatore del Lazio sono tre candidate, tutte donne, Emma Bonino, Renata Polverini e la civica Marzioli.

 

Anche la lista 'Popolo della Vita-Voce dei Consumatorì sarà presente regolarmente nella competizione elettorale regionale del Lazio sostenendo la Polverini, perchè è stato accolto il ricorso presentato nei giorni scorsi presso gli organi competenti. Nel frattempo la Bonino ha proposto di ripartire "da zero". "Il problema - ha affermato la radicale - non è mettere una pecetta su questo o su quel potente o prepotente".

 

"Queste elezioni - ha chiosato - hanno visto nei mesi scorsi la violazione totale e l'illegalità di tutte le istituzioni coinvolte, Comuni, autenticatori, Rai e quant'altro, siamo davanti a una illegalità patente e dimostrata a cui si cerca di rimediare con una illegalità ancora più macroscopica che ci deve trovare pronti a dire no". Con l'auspicio che "prevalga ora il senso delle istituzioni ma legato alla legalità e non all'opportunismo e alla convenienza dell'ultimo minuto".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -