Caso Bucchino, la Procura di Roma apre un'inchiesta

Caso Bucchino, la Procura di Roma apre un'inchiesta

Caso Bucchino, la Procura di Roma apre un'inchiesta

ROMA - La procura di Roma ha aperto una inchiesta, per ora senza iscrizioni di indagati o ipotesi di reato, in relazione alla denuncia di compravendita fatta dal deputato del Pd, Gino Bucchino, che giovedì ha sostenuto di aver ricevuto una offerta di 150mila euro più la promessa di rielezione nella prossima legislatura se fosse passato al gruppo dei Responsabili, legato alla maggioranza. I magistrati stanno anche valutando se convocare in tempi brevi il deputato del Pd.

 

Il fascicolo è separato da quello che il procuratore Giovanni Ferrara e l'aggiunto Alberto Caperna aveva aperto lo scorso dicembre a seguito dell'esposto presentato dal senatore Antonio Di Pietro quando Antonio Razzi e Domenico Scilipoti lasciarono l'Idv.

 

Bucchino, residente in Canada ed eletto nella circoscrizione Nord e Centro America nelle liste del Pd, ha denunciato nel corso di una conferenza stampa di un tentativo di corruzione subito. Garante dell'operazione, secondo quanto affermato il deputato del Pd, sarebbe stato il coordinatore del Pdl, Denis Verdini. Quest'ultimo ha replicato alle accuse negando di conoscere Bucchino.

 

Il democratico, medico di 62 anni, ha affermato di avere ricevuto l'offerta da un giovane aderente a Rifondazione Socialista, che gli avrebbe fatto il nome di Verdini quale referente dell'operazione. Bucchino ha rilevato il nome del messaggero della proposta, affermando di dirlo al magistrato in caso di convocazione.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di mario m.
    mario m.

    Onore a Bucchino, finalmente un'Italiano che non si è fatto corrompere. Cosa ne pensano quei parlamentari che si sono venduti? VERGONA!!!!!!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -