Caso escort, trasferiti gli atti di Roma giunti a Bari

Caso escort, trasferiti gli atti di Roma giunti a Bari

Caso escort, trasferiti gli atti di Roma giunti a Bari

Sono stati trasferiti a Bari gli atti dell'indagine sulle somme di denaro che Gianpaolo Tarantini ha ricevuto da Silvio Berlusconi tramite il faccendiere Valter Lavitola. Sarà il procuratore generale presso la Corte d'appello di Bari, Antonio Pizzi, a stabilire a chi dovrà essere assegnato il fascicolo, dopo l'astensione del procuratore di Bari, Antonio Laudati. Nei giorni scorsi si era fatto il nome di Anna Maria Tosto, che si aggiungerebbe a Eugenia Pontassuglia e Ciro Angelillis.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta arrivato il fascicolo, i magistrati baresi formalizzeranno nei confronti del premier l'accusa di induzione al silenzio e alla falsa testimonianza di Gianpaolo Tarantini (reato comune, punito con la reclusione da due a sei anni).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -