Caso Noemi, Berlusconi: ''campagna di delegittimazione della sinistra''

Caso Noemi, Berlusconi: ''campagna di delegittimazione della sinistra''

ROMA - "Tutta la vicenda di Noemi Letizia è una campagna di delegittimazione della sinistra che ha messo una calunnia sopra un'altra calunnia". Silvio Berlusconi, ospite di ‘Porta a Porta', è tornato sul polverone di polemiche e alle critiche sollevate dall'opposizione sul caso Noemi- In merito alle dieci domande del quotidiano "La Repubblica" a cui il premier non ha risposto, il Cavaliere ha ricordato che "in Italia c'è al primo punto la riservatezza dei cittadini". "Un giornale come Repubblica non può fare quelle domande assurde - ha chiosato -. E io non leggo Repubblica da molti anni e faccio bene. Tutta la vicenda di Noemi Letizia è una campagna di delegittimazione della sinistra che ha messo una calunnia sopra un'altra calunnia, ma gli italiani hanno finalmente capito con chi hanno a che fare".

 

Berlusconi non rinnega alla sua partecipazione alla festa: "ci ritornerei visto che avevo fatto una promessa e io tutte le promesse le mantengo". "Era una persona che mi aveva chiesto, sapendo che sarei passato di lì, che se avessi avuto del tempo libero le avrei fatto un regalone - ha ricordato -. E siccome io faccio anche politica, mi piaceva di stare in un posto con tanti ragazzi, con tanta gente e sono andato là, ho fatto non so quante foto con i nonni materni, i nonni paterni, i compagni di scuola, i compagni di giochi, tutti i cuochi, tutti i camerieri e su questo hanno inventato tutte le cose che conosciamo".

 

"Sono tutte cose assolutamente inventate - ha continuato il presidente del Consiglio - e siccome andando avanti tutti arrivano a capire che non poteva esserci nulla di piccante in quella mia visita io credo che sarà un grosso boomerang che tornerà addosso a tutti coloro che si sono attaccati a questa cosa, a partire dai signori della sinistra".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -