Caso Ruby, interrogato l'ex questore di Milano

Caso Ruby, interrogato l'ex questore di Milano

Caso Ruby, interrogato l'ex questore di Milano

ROMA - L'ex questore di Milano, Vincenzo Indolfi è stato sentito come testimone in procura a Milano dal procuratore aggiunto Ilda Boccassini sul caso 'Ruby'. Il magistrato milanese titolare dell'indagine è al lavoro per accertare cosa accadde la notte del 27 maggio in questura quando la ragazzina venne fermata e poi affidata al consigliere regionale della Lombardia Nicole Minetti a seguito di una telefonata arrivata in via Fatebenefratelli da palazzo Chigi.

 

Sabato erano già stati ascoltati capo di gabinetto e il commissario capo che seguirono l'identificazione di Ruby e che ricevettero la telefonata che chiedeva l'immediato rilascio in quanto la giovane era stata identificata come nipote del presidente egiziano Hozny Mubarak. Non è stata interrogata Karima El Mahroug, la ragazza conosciuta come Ruby, "e per lei non c'è ancora una convocazione", ha affermato Massimo Dinoia, il legale della giovane.

 

Restano agitate le acque sul fronte politico. Di ora in ora avanza l'ombra di un governo tecnico sull'esecutivo, soprattutto dopo il duro attacco di Gianfranco Fini. "Spero che quelle del presidente della camera siano solo battute. Ma se qualcuno provocasse una crisi di governo l'unica via sarebbe quella del voto", ha affermato il presidente dei deputati del Pdl, Fabrizio Cicchitto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -