Caso Ruby, la preoccupazione dei vescovi: "Ferisce e sconvolge"

Caso Ruby, la preoccupazione dei vescovi: "Ferisce e sconvolge"

Caso Ruby, la preoccupazione dei vescovi: "Ferisce e sconvolge"

Comincia ad indisporre il mondo cattolico tutto il ‘can-can' sui presunti festivi di Arcore che si sta sollevando in queste ore. Il quotidiano della Cei, "Avvenire", interviene duramente sul caso-Ruby. Un editoriale in prima pagina del direttore Marco Tarquinio dà una lettura chiara e netta della posizione dei vescovi italiani: "anche solo l'idea che un uomo che siede al vertice delle istituzioni dello Stato sia implicato in storie di prostituzione e, peggio ancora, di prostituzione minorile ferisce e sconvolge".

 

Viene poi citato Angelo Bagnasco, il cardinale presidente della Conferenza episcolpale italiana, che non molto tempo fa ebbe a dire che "in qualunque campo, quando si ricoprono incarichi di visibilità, il contegno è indivisibile dal ruolo".

 

Lo stesso "Avvennire" fa presente come negli anni il giornale oggi diretto da Tarquinio abbia "ripetutamente ricordato a tutti che per servire degnamente nella sfera pubblica bisogna sapersi dare, e tener cara, una misura di sobrietà e di rispetto per se stessi, per ogni altro e per il ruolo che si ricopre".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -