''Cetrioli killer'', mistero sempre più fitto

''Cetrioli killer'', mistero sempre più fitto

''Cetrioli killer'', mistero sempre più fitto

ROMA -. L'origine del virulento ceppo dell'E.Coli resta un enigma. Il batterio era stato inizialmente trovato su cetrioli importati dalla Spagna e messi in commercio attraverso il mercato centrale di Amburgo, ma non si è ancora capito se la contaminazione fosse avvenuta in Spagna o durante il trasporto o in Germania. Quel che è certo è che tutti i casi registrati in Europa riguardano persone che hanno contratto l'infezione sul suolo tedesco.

 

La conferma viene dall'European Centre of Disease Control and Prevention (Ecdc). Il ministro della Sanità tedesco, Cornelia Pruefer-Storcks, ha annunciato che gli agenti patogeni individuati su due dei tre cetrioli spagnoli esaminati e risultati contaminati "non corrispondono" a quelli rilevati nelle feci di alcuni pazienti (che appartengono invece al sierogruppo E. Coli Vtec O104). "La fonte dell'infezione non è stata ancora identificata", ha aggiunto Pruefer-Storcks.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -