Cina, errore umano all'origine della tragedia ferroviaria

Cina, errore umano all'origine della tragedia ferroviaria

Ci sarebbe un errore umano all'origine della tragedia ferroviaria avvenuta nella provincia orientale cinese dello Shandong, dove 70 persone hanno perso la vita e almeno 400 sono rimaste ferite, di cui 70 in gravi condizioni. A seguito dell'incidente due alti funzionari delle ferrovie, Chen Gong, direttore, e Chai Tiemin, responsabile del Partito per l'Ufficio ferroviario di Jinan, sono stati rimossi dai loro incarichi.

Contro di loro ha aperto un'inchiesta il ministero delle Ferrovie, rivela la Xinhua. Geng Zhixiu, vice ingegnere capo del ministero, è stato nominato nuovo direttore e Xu Chang'an nuovo responsabile del partito al posto di Tiemin.


L’incidente si è verificato fra un treno che viaggiava tra Pechino e la località marittima Qingdao ed un altro convoglio. Lo schianto è avvenuto nella città di Zibo, nella provincia di Shandong.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il secondo convoglio era in cammino tra Yantai e Xuzhou, nella provincia di Jiangsu. La tragedia si è consumata alle 4.40 cinesi, le 22.40 in Italia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -