Clima, al summit di Bruxelles trovata intensa di compromesso

Clima, al summit di Bruxelles trovata intensa di compromesso

BRUXELLES - Al summit Ue in corso a Bruxelles è stato trovato un accordo di compromesso sul delicato pacchetto del finanziamento della lotta al riscaldamento del clima. Tale è stato trovato al la termine di una sessione ristretta della presidenza Ue con vari Stati membri, tra cui Francia, Germania, Gran Bretagna, Ungheria, Polonia e altri. Il vertice era stato interrotto per consentire un dialogo diretto tra Berlino e Varsavia.

 

La Germania era contraria all'introduzione di una clausola in cui si tiene conto della "potenza economica" dei singoli Stati membri per il contributo finanziario. La clausola era richiesta dalla Polonia e da altri otto Paesi dell'Est. Così, le nazioni Ue più ricche pagheranno di più, anche se al momento non sono state fornite cifre esatte.

 

"Questo accordo è un successo per la Polonia", ha commentato il ministro polacco per l'Europa, Mikolaj Dowgielewicz. "Quello raggiunto al summit di Bruxelles sulla questione del finanziamento per la lotta al riscaldamento climatico e' "un buon accordo", ha affermato il ministro degli Esteri Franco Frattini, spiegando che "abbiamo dato un mandato negoziale chiaro" per Copenaghen, volto ad ottenere un "accordo politico vincolante e globale".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -