Clima teso in Bahrain, la polizia contro la protesta sciita

Clima teso in Bahrain, la polizia contro la protesta sciita

ROMA - Clima teso in Bahrain. Centinaia di agenti delle forze anti-sommossa mercoledì mattina hanno dato l'assalto ai manifestanti sciiti accampati dal 19 febbraio scorso in piazza della Perla a Manama per chiedere le riforme. Giunti con carri armati, veicoli da trasporto truppe e pullman, i poliziotti hanno lanciato decine di candelotti lacrimogeni. Secondo un parlamentare dell'opposizione cinque persone sono state uccise e decine sono rimaste ferite.

 

Martedì il re ha proclamato la legge marziale, all'indomani dell'arrivo in suo aiuto di truppe saudite e di altri Paesi del Golfo. Le truppe del Golfo dispiegate nel Bahrein appartengono allo 'Scudo della penisola', una forza comune ai Paesi del Consiglio di cooperazione del Golfo, di cui fanno parte Arabia Saudita, Bahrein, Emirati Arabi Uniti, Oman, Qatar e Kuwait.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -