Con 56 stelle tatuate sul viso, inventa una storia per denunciare il tatuatore

Con 56 stelle tatuate sul viso, inventa una storia per denunciare il tatuatore

E' lei, la ragazza belga con le 56 stelle tatuate sul viso, che aveva accusato il suo tatuatore di avere ecceduto mentre lei era priva di coscienza. Kimberley Vlaeminck aveva dichiarato di avere chiesto solo 3 stelle e di essersene ritrovata il volto coperto al suo risveglio. Ma la versione era poco credibile. La verità è emersa durante la trasmissione De Jakhalzen dell'emittente belga Vara. Kimberley ha mentito per la reazione negativa del padre.

 

Solo dopo avere raccontato la sua storia innumerevoli volte sulla stampa, aveva dichiarato alla polizia di essersi addormentata sotto le mani del tatuatore, il 37enne Rouslan Toumaniantz, denunciandolo. Ma la tesi del sonno non era stata convincente e Kimberley, l'ha rettificata con un presunto svenimento ed una incomprensione con il professionista che non parlava il fiammingo.

 

Ma durante la trasmissione, a telecamere quasi spente ha detto la verità: era entrata nel negozio con l'idea di farsi tatuare solo 3 stelline sul viso, poi presa dall'entusiasmo, guardandosi mentre la sua faccia veniva riempita, è arrivata a quota 56. Quando ha visto la reazione del padre si è inventata tutto.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -