Condannato a 30 anni il 'cannibale del carcere di Rouen'

Condannato a 30 anni il 'cannibale del carcere di Rouen'

Condannato a 30 anni il 'cannibale del carcere di Rouen'

La sentenza ha rispettato le richieste dell'accusa. Con l'accusa di omicidio e atti di barbarie il 'cannibale del carcere di Rouen' è stato condannato a 30 anni di reclusione. Il tribunale della città nell'ovest della Francia non ha accettato l'incapacità di intendere e di volere per il 38enne Nicolas Cocaign, che, nel gennaio del 2007, dopo avere ucciso il compagno di cella ne divorò parte dei polmoni, crudi e poi cucinati su una stufa, pensando si trattasse del cuore.

 

La tesi dell'accusa, rappresentata da Elisabeth Pelsez, è che "Un uomo che precipita nell'orrore non è necessariamente affetto da follia". La vittima del cannibale è, Thierry Baudry, 41 anni, pestato e soffocato con un sacco della spazzatura, per una lite banale. Poi lo scempio del cadavere, aperto con un rasoio.

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -