Contrasti nel Pdl, la Carfagna verso l'addio

Contrasti nel Pdl, la Carfagna verso l'addio

Contrasti nel Pdl, la Carfagna verso l'addio

ROMA - Il ministro delle Pari Opportunità, Mara Carfagna, è sul punto di dimettersi dal governo e dal Pdl. Alla base della scelta anche "gli attacchi volgari e maligni" di esponenti del partito come Giancarlo Lehner, Alessandra Mussolini e Mario Pepe. Il ministro potrebbe lasciare all'indomani della votazione di fiducia al governo prevista per il 14 dicembre, anche a causa dell'"incapacità" dei coordinatori nazionali di affrontare i problemi interni al partito in Campania.

 

Giovedì pomeriggio a Montecitorio la Mussolini ha sorpreso la Carfagna mentre stava conversando con il capogruppo alla Camera di Futuro e Libertà Italo Bocchino. Per la nipote del Duce è stato tutto fin troppo chiaro. A tale punto da prende il suo telefonino e scattare una foto. Il ministro si è accorto della scenetta, ha cominciato a battere polemicamente le mani ed esclamare "brava, brava!". "Vergogna!", ha risposto a muso duro la Mussolini.

 

Per Mussolini, Carfagna ha danneggiato il Pdl della Campania, intrecciando contatti proibiti con Italo Bocchino e Futuro e Libertà in vista delle future elezioni per il sindaco di Napoli. Il ministro delle Pari ha subito risposto alle critiche "La collega è evidentemente, in crisi d'astinenza da visibilità. E, come le capita spesso, urla al fine di attirare l'attenzione, senza badare troppo a quello che dice".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -