Cosentino, Di Pietro: ''Ora l'arresto''

Cosentino, Di Pietro: ''Ora l'arresto''

Cosentino, Di Pietro: ''Ora l'arresto''

ROMA - Sono numerose le reazioni che arrivano dal mondo politico dopo le dimissioni di Nicola Cosentino da sottosegretario all'Economia. Il leader dell'Idv, Antonio Di Pietro, sollecita l'arresto, aggiungendo che il partito "si prepara a chiedere una mozione contro l'intero governo Berlusconi". "Il governo Berlusconi sta cadendo a pezzi", ha detto il capogruppo del Pd alla Camera, Dario Franceschini. "La nostra battaglia delle legalità e della trasparenza continua senza tregua".

 

Per Gianfranco Fini le dimissioni sono un atto "di correttezza istituzionale anche per una evidente e solare questione di opportunità politica". E alle affermazioni di Cosentino, ovvero che nel Pdl sarebbe in atto una manovra orchestrata dal presidente della Camera per prendere il potere tramite Bocchino, il leader di Montecitorio ha tagliato corto: "mi lascia del tutto indifferente". "Dimettersi anche per potersi meglio difendere in sede giudiziaria era per l'onorevole Cosentino un atto indispensabile e doveroso", ha concluso.

  

Per il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, "le dimissioni di Cosentino sono un gesto di ragionevolezza. Resta il rammarico che abbia aspettato la presentazione della mozione di sfiducia: in certi casi la sensibilità non è forma ma sostanza".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -