"Così non si va avanti". Pino Arlacchi lascia l'Idv

"Così non si va avanti". Pino Arlacchi lascia l'Idv

"Così non si può andare andare". Con questa giustificazione Pino Arlacchi, europarlamentare dell'Italia dei Valori, motiva la sua autosospensione dall'Italia dei Valori. "La sua deriva estremista mi preoccupa da tempo - dice a proposito del partito dipietrista -, ma questa sua ultima presa di posizione mi ha spinto ad autosospendermi".

 

"Sono lontano anni luce da Renato Schifani - chiarisce Arlacchi -, mi batto da una vita contro gli ambienti geopolitici da cui proviene il presidente del Senato. Non l'avrei invitato a nessun dibattito, inutile dirlo".

 

"Fino a che non ci saranno prove certe emerse da procedure democratiche e nel pieno rispetto dei suoi diritti costituzionali - precisa il parlamentare europeo -, Schifani non può essere etichettato e additato al pubblico ludibrio come mafioso e non può essere né insultato né zittito. Se si trova in un'occasione pubblica ha il diritto di parlare".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -