Crisi, Brown e Obama uniti per una soluzione globale

Crisi, Brown e Obama uniti per una soluzione globale

Crisi, Brown e Obama uniti per una soluzione globale

LONDRA - Quella economica è "la maggior crisi dalla seconda guerra mondiale". E' quanto ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, al termine dell'incontro con il primo ministro britannico Gordon Brown a Downing Street alla vigilia del G20. I due hanno concordato sulla necessità di una soluzione globale per far fronte alla difficile situazioni. Brown ha spiegato che verranno fissate "misure per il ripulire il sistema bancario globale".

 

"Questa crisi potrà aggravarsi se non agiremo - ha dichiarato Brown In questa situazione non c'è l'opzione di non fare nulla". Secondo il premier britannico, "il deve dare risposte globali a problemi globali. Non possiamo accettare una soluzione sul minimo comune denominatore. Non sarà facile, ma il mondo chiede risposte". "Usa e Gran Bretagna - ha continuato - hanno da sempre un rapporto speciale e questo rapporto ha ora nuovi obiettivi, quelli di trovare soluzioni concrete alla crisi in atto".

 

Brown ha dichiarato che verranno concordate "misure per il ripulire il sistema bancario globale", poi sarà necessario, secondo il primo ministro, si prenderanno "le misure necessarie per far ripartire la crescita". Inoltre bisognerà "sostenere la cooperazione economica internazionale e la crescita dei paesi in via di sviluppo, respingendo il protezionismo".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Obama ha promesso misure "aggressive" contro la crisi. Il 2009 sarà un anno "difficile", ma le persone non dovrebbero "sacrificare il futuro per paura del presente". Secondo il capo della Casa Bianca il mondo deve respingere il protezionismo e i leader del G20 devono "concentrarsi sui punti in comune". Gli Stati Uniti, ha aggiunto, sono pronti a misure "per stimolare la crescita e la domanda" allo scopo "che crisi come questa non si ripetano". Obama ha ammesso che il sistema di regolamentazione americano si e' rivelato "inadeguato".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -