Crisi Usa, Bush: "Senza piano straordinario sarà recessione"

Crisi Usa, Bush: "Senza piano straordinario sarà recessione"

Crisi Usa, Bush: "Senza piano straordinario sarà recessione"

Il presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, lancia un ultimatum per l'economia americana: senza il piano di salvataggio promosso dal suo governo l'America finirà in recessione. "Credo fermamente nella libera impresa, il mio istinto naturale è di oppormi all'intervento del governo ma queste non sono circostanze normali", ha scandito il capo della Casa Bianca tentando di convincere il paese a sostenere il suo piano straordinario da 700 miliardi di dollari.

 

Per persuadere la comunità americana Bush ha spiegato che "senza un'immediata azione del Congresso l'America potrebbe scivolare nel panico finanziario.. altre banche potrebbero fallire, comprese qualcuna nella vostra comunità".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidente degli Stati Uniti ha anche evidenziato che "il mercato azionario scenderebbe ancora, e questo ridurrebbe il valore delle vostre pensioni. Il valore della vostra casa potrebbe precipitare". Una minaccia alla quale Bush ha aggiunto l'inquietante prospettiva che "milioni di americani potrebbero perdere il loro posto di lavoro".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -